Pet Therapy e certificazione IAA

Pet therapy IAA_fenice_bimba_cane

Che cosa è la Pet Therapy

La Pet Therapy, più propriamente chiamata “Intervento Assistito con gli Animali” (IAA), è il supporto terapeutico basato sull’interazione tra la persona e l’animale.
Uno strumento molto interessante per accelerare percorsi di riabilitazione o semplicemente migliorare la vita quotidiana di una persona.
Indipendentemente dal tipo di pet utilizzato, la presenza dell’animale risveglia l’interesse delle persone, fortificando le relazioni affettive e i canali di comunicazione privilegiati in grado di stimolare energia positiva nell’individuo e migliorandone lo stato di salute.
Questo tipo di trattamento è considerato un intervento terapeutico combinato, applicabile a bambini e adulti, disabili e non.

Come nasce il concetto di Pet Therapy

Il concetto di Pet Therapy è stato sviluppato nel 1953 dal neuropsichiatra infantile Boris Levinson.
Levison notò come i bambini affetti da malattie mentali si facessero avvicinare senza timori dal suo cane interagendo con esso con spontaneità. Da questa prima intuizione avviò i primi studi scientifici che lo portarono alla conclusione che gli animali possono essere un valido supporto terapeutico in grado di favorire la  relazione con i pazienti.

Questo tipo di assistenza alla persona è stata poi studiata dai coniugi Samuel ed Elisabeth Corson, due psichiatri americani che analizzarono l’interazione tra persone con problemi mentali e alcuni cani residenti nell’ospedale. Questo tipo di supporto venne definito “terapia assistita da animali domestici”.

Evoluzione nella storia

Il primo studio scientifico di Pet Therapy IAA risale al 1792, quando lo psicologo infantile William Tucker incoraggiò i suoi pazienti malati di disturbi mentali a prendersi cura dei propri animali domestici.

Nel 1875, l’equitazione venne riconosciuta per la prima volta come parte integrante della riabilitazione dei pazienti neurologici.

Nel 1867, a Bielefeld, in Germania, l’ospedale Bethel (una clinica dedicata ai pazienti con epilessia) divenne un centro di eccellenza per l’accoglienza di persone diversamente abili o affette da problematiche neurologiche. Venne introdotto l’utilizzo di animali domestici come cani, gatti e altri piccoli animali da fattoria nell’ambito del normale processo di riabilitazione.

Una forma di Pet Therapy venne utilizzata anche durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale come supporto terapeutico per i militari gravemente feriti al fronte. Sia la Francia che gli Stati Uniti hanno curato molti soldati affetti da depressione e schizofrenia con l’ausilio di cani, maiali, cavalli e galline.

Nel 1987 la cosiddetta “sweet Pet Therapy” arriva in Italia, grazie a un convegno interdisciplinare tenutosi a Milano, con il tema “Il ruolo degli animali nella società”.
Finalmente nel 2003, in risposta alla richiesta del Ministero della Salute Italiano, la Pet Therapy viene riconosciuta ufficialmente con il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 28/02/2003.

La vera svolta avviene nel 2009, quando il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali istituisce il Centro di referenza nazionale per per gli interventi assistiti con gli animali (IAA), con sede principale a Padova presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie.

Fino al 25 marzo 2015 le regioni italiane continuano a disciplinare il settore in totale autonomia, quando la “Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano”, fa chiarezza e da vita alle linee guida per la gestione degli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA). Queste linee guida nazionali nascono da una proposta proprio del Centro di referenza nazionale per per gli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA).

La Pet Therapy (IAA) oggi

La Pet therapy ovvero l’Intervento Assistito con gli Animali” (IAA), si può oggi distinguere in:

  • attività assistita con gli animali (AAA);
  • educazione assistita con gli animali (EAA);
  • terapia assistita con gli animali (TAA).

Attività assistita con gli animali (AAA)

L’attività assistita con gli animali (AAA) è un percorso rivolto a un singolo o a un gruppo di soggetti.

L’obiettivo dell’attività assistita con gli animali (AAA) è sviluppare una relazione Uomo-Animale  attraverso la condivisione di momenti ludico-ricreativi e di socializzazione.
L’AAA si svolge in luoghi come le carceri.

Educazione assistita con gli animali (EAA)

L’educazione assistita con gli animali (EAA) è un percorso socio educativo rivolto a persone ricoverate per lungo tempo e per adolescenti che vivono momenti di grande difficoltà.
L’obiettivo dell’educazione assistita con gli animali (EAA) è migliorare il benessere psicologico e sociale della persona.
L’EAA si svolge in luoghi come asili e scuole.

Terapia assistita con gli animali (TAA)

La terapia assistita con gli animali (TAA) è una terapia volta a curare persone con disturbi articolari, psicomotori, emotivi e relazionali.

Il trattamento è personalizzato e richiede una specifica prescrizione medica.
La TAA si svolge in determinati luoghi come gli ospedali e le case di riposo.

Gli animali più utilizzati nell’IAA

Gli animali più comunemente utilizzati per gli interventi di attività assistita con gli animali (AAA) o per la terapia assistita con gli animali (TAA) sono in particolare cani e gatti, ma anche conigli, cavalli e asini.

Studi scientifici hanno dimostrato che questo tipo di pet ha un insieme di caratteristiche che li rendono unici nel loro genere. Questi animali sono, per loro natura, curiosi, collaborativi, gioiosi, dolci e affettuosi. Sono animali che amano la compagnia e le coccole e sono capaci d’instaurare un rapporto sincero e leale con l’essere umano.

Tuttavia l’animale più indicato per la Pet Therapy è da sempre il cane, perché considerato un fedele compagno, capace di riconoscere l’autorità esterna pur conservando la propria personalità.

Come si svolge una prima seduta di Pet Therapy

Una prima seduta di Pet Therapy può essere suddivisa in due momenti.
In genere, si inizia con un caloroso saluto, dove il paziente incontra per la prima volta l’animale e lo accarezza delicatamente.
L’obiettivo è duplice: da un lato far sentire il paziente accolto e apprezzato, dall’altro far conoscere al cane l’odore della persona.
Successivamente, si inizia a svolgere delle attività per incoraggiare l’interazione tra la persona e il pet. In queste attività, qualunque siano i movimenti del paziente, il cane farà sentire la sua presenza interagendo liberamente con la persona anche semplicemente “rubando” strumenti di lavoro.
Questa interazione aiuta a suscitare l’interesse della persona per l’animale, portando serenità e gioia. Da questa prima seduta il paziente impara a gestire il proprio linguaggio verbale e non verbale e ad avverte i primi benefici dati dalla relazione con il pet.

È importante che le sedute di Pet Therapy siano sempre svolte sotto un’attenta analisi di un’équipe specializzata, che si occupa di monitorare l’andamento delle sedute e valutare il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Lavorare negli Interventi Assistiti con Animali (IAA) con i corsi di Fondazione Fenice

Per chi vuole lavorare nell’ambito degli Interventi Assistiti con Animali (IAA) la normativa nazionale di settore prevede percorsi formativi specifici e certificati.

L’Academy dei Green e New Jobs di Fondazione Fenice di Padova è leader nella formazione degli operatori IAA, che operano nell’ambito della Pet Therapy, attraverso un percorso formativo modulare.

Fondazione Fenice Padova organizza ogni tre mesi un Incontro Formativo Gratuito per presentare i corsi e spiegare i diversi ambiti di applicazione della Pet Therapy.
Questi incontri formativi si svolgono online e si rivolgono anche alle persone che si affacciano al mondo della Pet Therapy per la prima volta.
Sono incontri a numero chiuso, per questo si consiglia l’iscrizione compilando il modulo che trovate cliccando qui.

Il percorso formativo IAA (Interventi Assistiti con Animali) offerto dall’Academy si sviluppa in tre step:

  • corso propedeutico in Interventi Assistiti con Animali (IAA) è il primo step formativo e consiste in un percorso propedeutico IAA volto a introdurre le basi della Pet Therapy. In questo corso, gli allievi hanno l’opportunità di apprendere nozioni sul rapporto tra uomo e animale, conoscere i vari attori coinvolti ed essere guidati nell’introduzione degli Interventi Assistiti con gli Animali grazie all’esperienza ventennale di Dog4life Onlus.
  • corso base in Interventi Assistiti con Animali (IAA) è il secondo step formativo e consiste in un corso base IAA pensato per fornire le competenze specifiche del coadiutore del cane, le basi teoriche e le tecniche di educazione e addestramento per la preparazione del pet oltre alla conoscenza di alcune attività svolte da parte dei centri specializzati in  Interventi Assistiti con Animali (IAA).
  • corso avanzato in Interventi Assistiti con Animali (IAA) è l’ultimo step formativo in IAA e consiste nel corso avanzato dedicato a coloro che desiderano specializzarsi ed acquisire le conoscenze tecnico – professionali, educative e cliniche necessarie per lavorare all’interno di un’équipe di progetto.

Esiste poi un corso formativo che Fondazione Fenice dedica a chi vuole diventare Responsabile di Progetto IAA o Referente di Intervento TAA/EAA:

Tutti i corsi organizzati dalla Academy della Fondazione Fenice possono essere erogati sia in presenza, a Padova che online.

Al termine del corso avanzato sarà poi possibile registrarsi al Digital Pet, l’elenco nazionale dei professionisti e degli operatori certificati in Interventi Assistiti con Animali (IAA) riconosciuto dal Ministero della Salute.

Puoi frequentare i corsi in presenza e on line

I corsi di Fondazione Fenice sono fruibili sia in aula, con lezioni frontali accompagnate da esercitazioni ed attività di laboratorio, sia in live streaming con lezioni in diretta o registrata con il docente presente in una vera e propria aula virtuale.
I contenuti ed il materiale dei corsi e dei laboratori che si tengono in live streaming sono i medesimi dei corsi/laboratori che si tengono in aula, con la possibilità ulteriore di accedere alle registrazioni video delle lezioni per tutta la durata del corso.

Le classi sono eterogenee e i corsisti, provenienti da realtà differenti, potranno offrire un contributo personale maturato dalle proprie diverse esperienze professionali.

I corsi sono inoltre a numero chiuso per garantire una migliore didattica e lezioni sempre dinamiche e coinvolgenti per tutti i partecipanti.

Gli esami si svolgono online e in presenza a seconda del tipo di corso.

Quale Welfare formativo offre Fondazione Fenice?

I valori aggiunti dei percorsi di formazione offerti dall’Academy di Fondazione Fenice sono:

  • poter dedurre dalle tasse il 100% del costo del corso, compreso viaggio, vitto e alloggio (per aziende, cooperative  e liberi professionisti);
  • rateizzare i pagamenti;
  • sconti per iscrizioni multiple;
  • entrare in contatto con professionisti e docenti premium a costi accessibili.

Contattaci per informazioni al numero 049 802 18 50 o invia una mail a info@fondazionefenice.it.
Saremo felici di rispondere a ogni tua domanda.

FAQ e contatti dell’Academy dei Green e New Jobs di Fondazione Fenice

Cos’è l’Academy dei Green e New Jobs di Fondazione Fenice?

L’Academy dei Green e New Jobs di Fondazione Fenice è un ente di formazione riconosciuto dalla Regione Veneto e un Istituto di Ricerca riconosciuto da Innoveneto, il portale Veneto per l’innovazione e il trasferimento tecnologico. La filosofia che ispira le proposte formative dell’Academy nasce dalla continua ricerca su temi legati al Green Deal, alla Smart e Circular Economy, ai Sustainable Development Goals e alle nuove professioni e tecnologie innovative nel mercato europeo.

I nostri corsi di formazione sono: IAA, Europrogettazione, Crowdfunding, Impresa Sociale e Terzo Settore, Project Management, Domotica e molti altri ancora. Tutte le informazioni sui corsi a questa pagina.

Come sono strutturati i corsi IAA di Fondazione Fenice?

Il percorso formativo IAA (Interventi Assistiti con Animali) offerto dall’Academy di Fondazione Fenice offre l’opportunità di coniugare la passione per gli animali con la possibilità di lavorare negli ambiti di co-terapia, educazione, assistenza e divulgazione cinofila.

Al termine della propria formazione è possibile iscriversi e registrarsi al Digital Pet, l’elenco nazionale dei professionisti/operatori in IAA.

Con l’avvento del Covid-19 Fondazione Fenice ha sviluppato anche una metodologia Streaming Lab capace di offrire la parte teorica a distanza, avvalendosi di piattaforme digitali che mantengono il valore aggiunto dell’esperienza pratica dei docenti.

Dove trovo i programmi dei corsi di IAA?

Cliccando sui link seguenti è possibile ricevere informazioni e scaricare i programmi dei corsi formativi di IAA organizzati dall’Academy dei Green e New Jobs di Fondazione Fenice:

Vorrei partecipare al corso base IAA come pet therapist, come posso a sapere se il mio cane è idoneo?

Tutti hanno la possibilità di partecipare al corso con il proprio animale domestico, rispettando due requisiti fondamentali: un requisito sanitario e un requisito comportamentale:

  • requisito sanitario: Il cane deve essere sano e vaccinato regolarmente. Nel caso in cui il proprio animale sia affetto da infezioni, malattie trasmissibili ad altri cani e/o uomo, deve essere curato. Si potrà partecipare al corso solo dopo l’approvazione da parte del veterinario.
  • requisito comportamentale: Il cane deve avere una personalità dolce e socievole e non deve essere affetto da patologie comportamentali certificate o disturbi del comportamento. In caso il cane manifestasse paura o diffidenza verso le persone o altri animali, consigliamo di rivolgersi a un veterinario comportamentalista o a un istruttore IAA per un consulto prima di partecipare al corso.

Vorrei partecipare al corso base IAA, e possiedo un cane adottato. Come posso sapere se il mio cane è idoneo?

Negli IAA non è consentito l’impiego di animali che abbiano un’anamnesi di abbandono e/o maltrattamento recenti, ivi compresi quelli ospitati in canili o rifugi, a meno che non seguano un percorso di rieducazione e socializzazione coordinato da un medico veterinario esperto in comportamento animale (ai sensi del DM 26/11/2009).
Il percorso deve avvalersi di personale, anche volontario, adeguatamente formato.

Come posso contattare l’Academy?

Siamo sempre felici di rispondere alle vostre domande e fornire informazioni sui corsi offerti. Contattaci senza impegno, siamo a tua completa disposizione.

Puoi compilare il form di richiesta informazioni cliccando qui oppure contattarci ai seguenti recapiti:

pec: postacertificata@pec.fondazionefenice.it

Esistono incontri formativi gratuiti di Pet Therapy  IAA?

Visto la sempre crescente richiesta cerchiamo di organizzare tutti i mesi un Incontro Formativo Gratuito per presentare i corsi IAA e spiegare i diversi ambiti di applicazione della Pet Therapy. 

Gli Incontri Formativi Gratuiti in IAA si svolgono online e si rivolgono sia a professionisti che a persone che si avvicinano alla Pet Therapy per la prima volta.
In base alle competenze verranno poi indicati percorsi formativi diversi.

Sono incontri a numero chiuso, per questo consigliamo di iscrivervi per tempo compilando il modulo che trovate cliccando qui.

 

Esiste una newsletter per rimanere sempre aggiornati sui nuovi corsi organizzati dall’Academy?

Se sei interessato a ricevere le informazioni sui corsi proposti da Fondazione Fenice puoi registrarti cliccando qui. Non inviamo troppe mail, lo stretto indispensabile per aggiornarti sui prossimi corsi professionali, gratuiti e a pagamento. (verificare se esiste una newsletter per i corsi o per l’incontro formativo gratuito)

Share