Vehicle to Home (V2H): l’auto elettrica come vettore di energia nella “Smart Grid Urbana”

Por Fesr VenetoIl progetto Vehicle To Home (V2H), finanziato nell’ambito del bando di cui cui alla D.G.R. n. 889 del 13 giugno 2017 “Bando per il sostegno a progetti sviluppati da aggregazioni di imprese” – POR FESR 2014-2020 Asse 1 – Azione 1.1.4, approvato con Decreto del Dirigente dell’Area Gestione FESR n. 16 dell’11 dicembre 2017 (contributo concesso pari a € 200.415,00), prevede la collaborazione tra le imprese:

  • DRIWE S.R.L., in qualità si Soggetto Capofila;
  • SANGUIN SERGIO;
  • NOVAMIND S.N.C. DI MUZZOLON SIMONE & C.;
  • DATAVENETA COMPUTERS S.R.L.;
  • DOLCERIE VENEZIANE S.R.L.;
  • EFFEDUE S.R.L.;

e gli organismi di ricerca:

  • FONDAZIONE FENICE ONLUS;
  • UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA – DIPARTIMENTO ICEA.

Il progetto vuole sviluppare, con un’azione congiunta tra aziende del territorio veneto, un sistema integrato di mobilità elettrica che si alimenti attraverso un impianto di produzione di energie rinnovabili installato in un edificio civile. L’azione sperimentale prevede la realizzazione di un prototipo di “Smart Grid Urbana” capace di collegare un’auto elettrica, una colonnina di ricarica e un edificio. L’aspetto innovativo del processo sperimentale risiede nell’elaborazione e nella sperimentazione di una tecnologia bidirezionale di ricarica, che trasforma il veicolo elettrico, finora solamente considerato come fruitore, in accumulatore di energia, che può essere restituita e utilizzata dai dispositivi elettrici contenuti in un edificio. Il prototipo prevede anche la strutturazione dell’edificio, che sarà il nucleo del funzionamento del progetto, con tecniche di bioedilizia che lo rendano efficiente energeticamente, e che sarà inserito all’interno del Green Energy Park di Padova

 

Share

Articoli consigliati